Primo bagnetto neonato: piccoli accorgimenti e consigli pratici per un momento magico

Il primo bagnetto del neonato è un momento emozionante per entrambi i genitori. Rappresenta una delle prime esperienze a contatto con il proprio figlio e l’emozione del momento rende speciale un rituale all’apparenza molto semplice.

Tuttavia, capita quasi sempre che molte mamme e papà si sentano impreparati di fronte a questa nuova esperienza. Ci sono diversi rischi a preoccupare: il bambino può scivolare, battere la testa o la presa del genitore per tenerlo sollevato può fargli male senza volere. In genere in ospedale, prima delle dimissioni, le puericultrici mostrano ai genitori come si fa, ma quando ci si ritrova da soli a casa, è tutto un altro paio di maniche.

Ma niente paura. Fare il bagnetto al neonato può diventare una cosa davvero molto semplice e, con i giusti strumenti e consigli, si può escludere ogni preoccupazione o timore. Ecco un breve riassunto delle cose da sapere per esser sicuri di quello che state facendo, e garantire un’esperienza gioiosa e serena sia ai genitori che al neonato.

Primo bagnetto neonato: ecco perché è un momento importante

Come abbiamo detto, il momento del bagnetto rappresenta un’occasione di contatto tra il genitore e il neonato. Ma oltre a questo e al fatto che con esso si garantisce l’igiene quotidiana del piccolo, lo sapevi che il bagnetto del neonato è una routine per lui rilassante che contribuisce, dal punto di vista sensoriale, allo sviluppo di tatto e odorato? Al termine della giornata, poi, non è da sottovalutare l’effetto distensivo che il bagnetto può produrre, utile per preparare il neonato al momento della nanna.

Il bagnetto del neonato è importante per garantire una pulizia efficace da residui di sporco e impurità. Come già spiegato in altri articoli, la pelle dei neonati non è formata e robusta come la nostra: al momento della nascita la pelle del bambino è appena passata da un luogo umido ad uno più secco e più soggetto all’attacco di agenti patogeni. Quindi, prima di adattarsi completamente all’ambiente esterno, la pelle del bambino necessita di un percorso di maturazione. Questo processo termina intorno ai 3 anni, quindi, per tutto questo periodo, è raccomandata la massima cura e l’utilizzo dei migliori trattamenti che salvaguardino la specificità di questo organo così sensibile.

Il bagnetto è una pratica fondamentale in quanto si prende cura del pH della pelle ed evita il più possibile irritazioni come:

  • dermatite da pannolino;
  • acne del neonato;
  • dermatite atopica;
  • crosta lattea.
primo-bagnetto-neonato-momento-magico.

Quali accorgimenti adottare per il primo bagnetto del tuo bambino

Essendo il bambino molto delicato, non si deve sottovalutare il fatto che anche il momento del bagnetto necessita di alcuni accorgimenti che è bene conoscere a dovere per evitare errori che possano creare danni o fastidi al vostro neonato.

Di seguito un elenco delle principali accortezze da tenere bene a mente per garantire al bambino un’esperienza piacevole e sicura:

  • è bene attendere almeno due ore dopo la poppata, per essere sicuri che il bambino abbia digerito bene: durante e appena dopo il bagnetto, infatti, il neonato potrebbe prendere freddo ed incorrere in una congestione;
  • il bagnetto del neonato dovrebbe durare 10-15 minuti;
  • utilizza un termometro a lettura istantanea (acquistabile in farmacia) per controllare la temperatura dell’acqua. La temperatura ideale dovrebbe mantenersi il più possibile vicina ai 36° ed i 37,5°C;
  • utilizza sempre detergenti specifici per la pelle del bambino, quindi a pH neutro;
  • detergiti le mani prima di entrare in contatto con la pelle del neonati per evitare la trasmissione di microrganismi responsabili delle infezioni neonatali;
  • tieni il bimbo sempre in posizione supina e fai attenzione al capo, magari sorreggendolo il più possibile con una mano;
    non usare la spugna che potrebbe essere messa in bocca dal piccolo, diventando pericolosa;
  • non lasciarlo mai solo: durante il primo bagnetto è necessaria la massima attenzione in ogni momento;
  • al termine del primo bagnetto, asciuga bene ogni parte del suo corpo, avvolgendolo con un asciugamano in cotone, per evitare che prenda freddo.

Scopri BabyCoccola 2.0: rendi più facile ed emozionante questa prima esperienza con tuo figlio

Per quanto non sembri, non è poi così facile garantire ognuno degli accorgimenti appena citati. A volte il lavandino è troppo basso o troppo piccolo e quindi la posizione che il genitore deve adottare per lavare il neonato è scomoda. Oppure, l’acqua e il sapone rendono scivoloso il bebè, e quindi tenersi in posizione supina o mantenere la testa sollevata potrebbe non riuscire al genitore.

Ed ecco che BabyCoccola 2.0 viene in tuo aiuto! Questo particolare lavino a forma di sdraietta è la soluzione per un bagnetto efficace e confortevole, che garantisce di igienizzare il tuo bambino senza doverlo immergere completamente in una vasca o in una vaschetta. L’esperienza sarà quindi molto più comoda e agevole, e renderà l’esperienza del bagnetto ancora più rilassante per il tuo bebè che starà comodamente sdraiato nel suo lavino ergonomico!

Grazie alle sue piccole dimensioni, alla sua speciale forma e alle ventose che permettono di fissare la struttura al lavandino, potrai portare BabyCoccola 2.0 con te e usare questa soluzione non solo a casa tua, ma anche in altri luoghi o occasioni.

primo-bagnetto-neonato-babycoccola-2.0

Sei pronto per rendere magico il primo bagnetto del tuo bambino?

Recent Posts