Dermatite da pannolino: consigli per l’igiene ottimale del tuo bambino

Pochi di noi prendono seriamente in considerazione l’igiene e la cura della propria pelle. Capita spesso di dimenticarsi del fatto che la pelle è un organo complesso e dinamico e forse uno tra i più importanti tra tutti quelli del nostro corpo. Infatti, la pelle rappresenta la nostra barriera tra il mondo esterno e gli organi interni. Non lasceremmo mai che le porte o le finestre di casa nostra siano guaste o poco funzionanti, così che un qualunque malintenzionato possa entrare per rubare o danneggiare ciò che abbiamo. Poniamo molta cura e attenzione nei confronti del nostro luogo sicuro. Perché non dovremmo fare lo stesso con la pelle, la prima barriera che garantisce la nostra salute?
Se questo discorso di applica agli adulti, pensate quanto possa essere rilevante l’attenzione e la cura per la pelle dei bambini.

La pelle dei neonati non è formata e robusta come la nostra: al momento della nascita la pelle del bambino è appena passata da un luogo protetto e umido ad un luogo più soggetto all’attacco di agenti patogeni e decisamente più secco. Questo è un dettaglio molto importante perché ci aiuta a ricordare che, prima di adattarsi completamente all’ambiente esterno, la pelle del bambino necessita di un percorso di maturazione.

Soprattutto i primi mesi di vita sono molto delicati, perché le caratteristiche della pelle del bambino sono decisamente diverse rispetto a quelle della pelle di un adulto. La totale maturazione avviene intorno ai 3 anni, quindi, per tutto questo periodo, è raccomandata la massima cura e l’utilizzo dei migliori trattamenti che salvaguardino la specificità di questo organo così sensibile ed evitare quella che quasi tutte le mamme conoscono come la dermatite da pannolino.

Dermatite del neonato: il pannolino è davvero l’unica causa?

Come già introdotto nel paragrafo precedente, è dimostrato che una pelle molto umida facilita la penetrazione di sostanze potenzialmente tossiche, favorisce la crescita e l’attività dei microrganismi patogeni ed è più soggetta ad abrasioni.

Il problema dermatologico che si presenta con maggior frequenza è certamente la dermatite da pannolino. Ma che cos’è esattamente questo disturbo?

La dermatite da pannolino è un disturbo dovuto a un cattivo funzionamento della barriera cutanea ed è strettamente correlato a un incremento del pH superficiale della pelle. La dermatite, nella maggior parte dei casi, si manifesta con un leggero rossore nelle parti intime, mentre, nei casi più gravi, le aree colpite possono arrivare fino ai glutei, alle cosce e al girovita. È un disturbo che può comparire per tutto il periodo di uso del pannolino, con un picco tra i 9 e i 12 mesi, e con episodi ripetuti e costanti nel tempo.

Purtroppo, alla nascita, l’immaturità cutanea fa sì che il pH della pelle del bambino risulti molto più elevata. Questo comporta che la barriera della pelle del neonato venga compromessa per più cause:

  • a causa del contatto della pelle con feci e urine;
  • per via dello sfregamento e delle sostanza irritanti presenti nelle salviette;
  • a causa dell’utilizzo di saponi, creme o pannolini inadeguati.

Detto ciò, sarebbe inappropriato continuare a definirla “dermatite da pannolino”, perché abbiamo visto che le cause sono le più diverse.

Continua a leggere per sapere come prevenire la dermatite!

Elimina le salviette dalla sua routine d’igiene!

BabyCoccola 2.0, il tuo alleato per la perfetta igiene del tuo bambino

La maggior parte delle cause che provocano la dermatite ai nostri piccoli, oltre al pannolino, sono anche legate allo strofinamento di salviette sulla pelle dei piccoli, e ai prodotti igienici non adatti che sono contenute in queste ultime.

Da diverso tempo, ormai, le salviette umidificate sono sconsigliate nella routine dell’igiene intima. Gli stessi pediatri, di solito, consigliano l’uso di detergenti dal pH fisiologico o, meglio ancora, l’utilizzo di sola acqua.

È un ottimo consiglio, ma, spesso, non sembra così semplice da attuare. Il lavaggio del bambino presso un lavabo non è molto pratico: è scomodo per il genitore e pericoloso per il piccolo. Come riuscire a compiere un’efficiente pulizia in modo semplice e pratico evitando fastidiose dermatiti da pannolino?

BabyCoccola 2.0 è la soluzione alle tue esigenze. Questo prodotto è il nuovo modo per lavare il tuo bimbo velocemente e comodamente nel lavabo. È ideale per il bagnetto, ma molto pratico anche per una semplice rinfrescata per il viso, le manine o il sederino. Grazie alle sue piccole dimensioni, alla sua speciale forma e alle ventose che permettono di fissare la struttura al lavandino, potrai portare BabyCoccola 2.0 con te e usare questa soluzione non solo a casa tua, ma anche in altri luoghi o occasioni.

Garantire al tuo bambino un maggior e costante contatto con l’acqua sarà veramente facilissimo e in questo modo si ridurranno notevolmente le probabilità di sviluppare una dermatite da pannolino.

igiene-del-neonato
Recent Posts